Sipario Cellese – Celle Ligure

 

SITO WEB UFFICIALE

 

CONTATTI: TEL – 3391876656 – EMAIL – cellesesipario@libero.it

 

Il “Sipario Cellese” è nato nel 1993 per iniziativa di due appassionati e dire appassionati, per tanto che sia, è dire poco: Graziella Bertorello, per tutti Cicci, regista e direttore artistico, era stata presente, già in età molto giovane, nelle esperienze filodrammatiche che si erano succedute, a Celle, in anni passati; del resto è una figlia d’Arte: ha ricevuto dal padre, Adriano, suggeritore, regista, cultore di teatro, poeta in dialetto, l’entusiastico trasporto per la scena. L’altro “colpevole” è stato il genovese Mauro Favareto, nato con la passione per recitare, oltre che per il modellismo, verve di motteggiatore e di improvvisatore, con inizi radiofonici! Negli anni,le esperienze del “Sipario” sono state molteplici, sia dal punto di vista artistico, sia come apporto di funzione sociale, avendo sostenuto, in varie occasioni, coi proventi degli spettacoli, associazioni benefiche di Celle Ligure come la Fondazione “Sonia Massa”, l’AVIS locale e la Pubblica Assistenza “Croce Rosa”. Nell’Ottobre 2004 la Regione Liguria ha riconosciuto ed iscritto “Il Sipario Cellese” come organizzazione di volontariato, con l’attribuzione della qualifica di ONLUS.

Per iniziativa dell’instancabile regista ed organizzatrice Cicci Bertorello si è instaurato un legame artistico e di amicizia con la “Cumpania” di San Marzano Oliveto (Asti),da poco chiusa e, soprattutto, con la compagnia teatrale di Parabiago (Milano) “Dove osano le aquile”, con uno scambio annuale costante.

A dicembre 2004, la commedia  “Quella bun’anima de Giuseppe Verdi”,durante la rappresentazione a Cantalupo (Varazze) è stata ripresa e trasmessa da Televarazze.

Nel 2007 Mauro Favareto e Cicci Bertorello, in veste di primi attori, sono stati premiati come i migliori protagonisti nella rassegna teatrale estiva di Cogoleto, con la commedia “U villezzo do sciù Michè”!

L’inverno scorso la regista Cicci Bertorello, con gli attori Nico Pescio e Giorgio Siri, sono stati ospiti di Radio Savona Sound per un’intervista.

Sono parecchi i volti che si sono succeduti negli anni di attività del “Sipario” e comunque, nonostante i tempi non siano propizi, in genere, alla vita associativa, si riesce sempre ad aggregare qualcuno.

Il repertorio del “Sipario” è incentrato in prevalenza ed ovviamente sul teatro dialettale brillante, nelle sue varie espressioni e sfumature di caratterizzazione e di ambientazione, ma non sono mancate iniziative diverse come la messa in scena di spettacoli di rivista: nella stagione 2004-2005,ad esempio, in collaborazione con l’ Auser, il “Sipario” si è esibito alla Giornata Internazionale dei Diritti dei Bambini interpretando tradizionali filastrocche, ninne nanne e girotondi; nel 2012 ha dedicato una serata di varie “scene” alle celebrazioni per il 25 aprile e, nella stagione appena conclusa, il “Sipario” ha presentato, in collaborazione con un duo musicale, uno show che comprendeva poesie, momenti di teatro e canzoni.

I testi delle rappresentazioni sono di autori dialettali contemporanei, a volte sono adattamenti di repertorio non locale, talvolta “classici” dialettali, in altre occasioni proposte proprie – della regista!